Follow us:
.
Aeronautical Corporation of America (Aeronca)

BACK Description:

L’ Aeronautical Corporation of America fu acquisita dalla famiglia Lunken di Cincinnati, Ohio l’11 novembre 1928. l’operazione, politica e finanziaria, fu caldeggiata e supportata dalla influente famiglia Taft.

Justice Robert A. Taft sarà senatore dell’Ohio, capo della corte suprema degli Stati Uniti e uno dei direttori della ditta.

L’Aeronca divenne la prima compagnia a costruire commercialmente un aeroplano leggero di successo. Equipaggiato con un motore bicilindrico, l’Aeronca C-2 debuttò nel 1929.

Era un modo di volare essenziale, il pilota era seduto su una semplice lastra di compensato, originariamente noto come il “Roche Original” visto il suo disegnatore Jean A. Roche (che vendette i diritti dei disegni all’Aeronca), il C-2 aveva un’inusuale, quasi frivolo design con una fusoliera ad abitacolo aperto che ispirò il suo soprannome di “vasca da bagno volante”.

Equipaggiato con solo 5 strumenti, una cloche e pedaliera (i freni e  il riscaldamento erano un optional) il C-2 costava 1495$, portando il costo dell’attività di volo a livelli bassissimi e offrendo a qualsiasi cittadino americano la possibilità di diventare un pilota.

Aeronca vendette 164 esemplari dell’economico C-2 e lo fece nel momento della grande depressione del 1930-31, fornendo la scintilla allo sviluppo dell’aviazione privata negli Stati Uniti. 

L’Aeronca C-2 detiene anche il fatto di essere stato il primo aeromobile rifornito da un automobile in corsa. Una latta di benzina fu passata di mano fra il conducente di una Austin in corsa e il pilota di un C-2 durante un airshow in California nel 1930.

Vi fu anche un versione idrovolante, chiamata PC-2 e PC-3 con galleggianti al posto delle ruote. 

Il più potente Aeronca C-3 fu commercializzato nel 1931 caratterizzato dalla possibilità di imbarcare anche un passeggero. Equipaggiato da un nuovo motore Aeronca E-113 da 36HP, la configurazione biposto permise l’addestramento al volo molto più semplice, e molti proprietari di Aeronca decollarono dopo appena 5 ore di istruzione. 

 Sia il C-2 che il C-3 sono spesso descritti come alianti motorizzati viste le loro caratteristiche di planata e di velocità di atterraggio, infatti è quasi impossibile effettuare un atterraggio pesante con un Aeronca perché il pilota può facilmente vedere le ruote toccare la pista. 

Il disegno caratteristico della fusoliera del C-3 fu drasticamente modificato nel 1935 con il C-3 Master che aveva una fusoliera più arrotondata. Mantenendo la struttura in tubi saldati il C3 Master disponeva di una più piccola deriva e timone che unito alla diversa aerodinamica della fusoliera ne  migliorava le caratteristiche. 

Con una cabina chiusa il C-3 Master del 1935 costava solo 1890$, appena poche centinaia di dollari in più del suo predecessore C-2 del 1929. il prezzo conveniente incrementò di molto le vendite, 128 C-3 Master furono costruiti nel solo 1935 e proprio nello stesso anno fu costruito il 500° aereo Aeronca. 

Una versione del C-3 con gli alettoni intelati anziché di metallo denominata Aeronca 100 fu costruita in Inghilterra su licenza dalla Light Aircraft Ltd, ma sfortunatamente le previste vendite non si materializzarono, solo 24 Aeronca 100 furono costruiti prima che la produzione cessasse.

 Nel 1937 venne definitivamente cessata la produzione del C-3, ormai infatti le caratteristiche dell’aereo non rispettavano più gli standard di navigabilità americani. 

Molte delle peculiarità del C-3, tiranteria esterna,massiccio utilizzo di rivestimenti in tela, assenza di un indicatore di velocità, motore a singola iniezione, non erano più caratteristiche accettate, fortunatamente per tutti i proprietari di Aeronca, la persona giusta all’interno delle regolamentazioni aeronautiche permise che i loro aeroplani continuassero a volare anche se non più prodotti. 

Aeronca sviluppò nel 1935 un aeroplano ad ala bassa, il modello L, posti affiancati e una cabina completamente chiusa, ma in realtà il vero predecessore del C-2/C-3 fu il Model K Scout, introdotto nel 1937. 

Motorizzato da un E-113C a doppia iniezione, il Model K portò il design Aeronca agli standard della moderna aviazione. 

Eliminando il tradizionale disegno “da vasca da bagno” lo Scout introduceva una struttura moderna, abitacolo chiuso, posti affiancati e una struttura alare con montanti. Furono costruiti un totale di 357 Aeronca Model K Scout.

Le richieste del mercato per un maggior confort, una più larga autonomia e una miglior strumentazione si tradussero nel model 40 Chief del 1938 motorizzato con un 50 Hp Continental, Franklin o Lycoming.  

Una versione da 65 Hp con motore Continental equipaggiò il model 65 Super Chief, che fu anche costruito in una versione da addestramento, la model TC-65 Defender. 

Aeronautical Corporation of America cambiò formalmente nome in Aeronca Aircraft Corporation nel 1941 e la seconda guerra mondiale introdusse gli aerei Aeronca in una nuova era. 

La produzione del TC-65 Defender fu aumentata per le esigenze del governo americano nel Civilian Pilot Training (CPT) per l’addestramento dei piloti in vista di un possibile impiego in guerra.

Il TC-65 fu presto intensamente utilizzato in guerra come velivolo da collegamento e da osservazione operando da piste improvvisate e campi di fortuna. 

Con una fusoliera più ampia, finestrini panoramici e strumentazione militare, l’aeroplano fu denominato dall’U.S. ARMY O-58. 

Nel 1942 Aeronca sviluppò un aliante triposto addestratore, il TG-5, basato sostanzialmente sull’O-58. Questo aliante utilizzava la coda e le ali dell’O-58 sostituendo il motore con una nuova fusoliera. 

In totale l’Aeronca costruii 250 TG-5 per l’ARMY, l’O-58 fu successivamente modificato per l’ARMY e designato L3, più di 1400 esemplari furono prodotti e impiegati in tutti i teatri di guerra. L’Aeronca costruì inoltre su licenza della Fairchild anche il PT-19 e il PT-23. 

A guerra finita, l’Aeronca ritornò a produrre i suoi modelli più popolari, il Chief, il Super Chief e il Defender. 

Nel 1945 la ditta costruì quello che divenne il modello più popolare, il 7AC Champion.Addestratore biposto, utilizzava tutti i componenti della linea Chief, riducendo i costi di produzione. Con un prezzo di vendita di 2095$ il Champion superò in vendite il Chief 8 a 1. 

Fra il 1945 e il 1950 Aeronca produceva 50 aeroplani al giorno e quando la produzione terminò la ditta aveva venduto più di 10.000 Champion. 

L’Arrow, un'ala bassa sperimentale con carrello retrattile, fu sviluppato nel 1947 ma non fu mai prodotto, un altro aeroplano da collegamento per l’U.S.ARMY, l’L16 fu sviluppato e vide un impiego intensivo nella guerra di Corea.

Il quadriposto Model 15 Sedan, anch’esso introdotto nel 1947, si dimostrò una valida e popolare versione della famiglia Aeronca. Questa versione disponeva di un ala metallica e di una tradizionale fusoliera in tubi e tela, e fu utilizzato validamente anche nella versione anfibia, ne furono costruiti 561 esemplari, e fu l’ultimo aeroplano prodotto dalla ditta.

Aeronca cessò la produzione dei suoi aeroplani nel marzo del 1951, vendendo i diritti per il Champion alla Champion Aircraft Company. Nei suoi 23 anni di storia, Aeronca costruì 17.408 aeroplani, in 55 differenti modelli, ma la ditta rimarrà per sempre famosa per aver avercreato “the Flying bathtub” la “vasca da bagno volante”.

  • Specs
  • Specs

    Capacità: 1 passeggero

    Lunghezza: 21 ft 0 in (6.3 m)

    Apertura alare: 36 ft 0 in (10.9 m)

    Altezza: 6 ft 7 in (2.0 m)

    Superficie alare: 169 ft² (15.7 m²)

    Peso a vuoto: lb ( kg)

    Peso max: lb ( kg)

    Motore: 1 × Continental A65-8F, 65 hp (48 kW)

    PRESTAZIONI 

    Velocità max: 109 mph (174 km/h)

    Autonomia: 500 miglia (800 km)

    Altezza massima: 15,000 ft (4,500 m)

    Rateo di salita: 600 ft/min (180 m/min)


News / Events

NEWS EVENTS
Info

CONTACT
Copyright
All rights reserved.
Powereb by aeronauticsmedia.com
Follow us: