Follow us:
.
DE HAVILLAND DH82A I-BANG

BACK Description:

 Il DH82-A I-BANG è stato prodotto dalla Morris Motors negli stabilimenti di Cowley, Oxford (GB) nel 1942 ed immatricolato DE 486. 
Il 19 Aprile 1944 è stato preso in carico dal 15 MU (sta per Maintenance Unit, ma in questo caso deposito) della RAF a Wroughton in attesa di essere consegnato ad un reparto. 
Data la sovrabbondanza di Tiger Moths nella parte finale della guerra, DE486 è rimasto immagazzinato fino alla fine del 1945, quando è stato portato al MU di Colerne per poi essere venduto alla Norwegian Air Force.

La consegna in Norvegia ha avuto luogo il 16 Agosto dello stesso anno ma purtroppo non sono disponibili ulteriori informazioni sul suo stato di servizio. 

Due appassionati inglesi, Stuart McKay e Ian Burret, redattore di Air Britain per il settore “aerei civili e stranieri” lo hanno comprato insieme ad un altro esemplare , riportandolo via terra in Gran Bretagna nella seconda metà degli anni “50”. Successivamente è stato trasferito in Italia presso l’aeroclub Bologna ed immatricolato I-BANG il 2 luglio 1959. Dopo essere stato sottoposto ad un accurato restauro, il velivolo ha ottenuto il certificato di navigabilità nel 1999 e ora vola con la stessa livrea di quando era in forza con la Norwegian Air Force. 

I-BANG è motorizzato con un De Havilland GIPSY Major 1C originale, è completamente operativo ed ha accumulato circa 4.350 ore di volo. E’ di base all’aviosuperficie di Boglietto (AT).

I-BANG come si presentava dopoil suo arrivo in Italia all'AeC. Bologna

Come si presenta oggi

 

  • History
  • Specs
  • History

    Il Tiger Moth è uno dei più celebri aerei di tutti i tempi, utilizzato per addestramento fino al 1959 dalla Royal Air Force britannica e da quelle delle sue colonie. 

    Caratterizzato da carrello fisso e abitacolo biposto in tandem, fu progettato da Geoffrey De Havilland quale evoluzione per addestramento militare del DH.60, dal quale differiva per la fusoliera in tubi metallici (anziché in legno) e le ali a freccia (anziché diritte). Il prototipo, propulso da un motore Gipsy III da 120 CV, volò il 26 ottobre 1931. La versione definitiva DH.82A montava il Gipsy Major III da 130 CV, costruita in 5.760 esemplari. La produzione complessiva fu di 8.611 unità, dei quali 2.903 su licenza in Canada, Australia e altri paesi. 

    Avendo formato decine di migliaia di piloti presso 38 aeronautiche militari del mondo, dopo la Seconda guerra mondiale trovò una seconda giovinezza presso aero club e privati. Nel 2009 ne esistevano ancora più di mille. In Italia, dove non ebbe mai uso militare, ne sono presenti alcuni esemplari importati a partire dal 1958.

    Specs

    Dimensioni e pesi

    Lunghezza 7.34 m 

    Apertura Alare 8.94 m 

    Altezza 2.68m

    Superficie alare 22.2 m2

    Peso a vuoto 506 kg

    Peso a pieno carico 828 kh


    Prestazioni

    Motore: de Havilland Gipsy Major, 4 Cilindri in linea

    Potenza: 130cv a 2400 giri. 

    Velocità Massima 180 km/h

    Velocità di salita 3.42 m/s

    Autonomia 485 km

    Tangenza pratica 4145 m 


News / Events

NEWS EVENTS
Info

CONTACT
Copyright
All rights reserved.
Powereb by aeronauticsmedia.com
Follow us: