Follow us:
.
STINSON L5 S.S. I-AEFE

BACK Description:

Questo L5 venne costruito nel 1944 portando il S/N 42-99641 e assegnato alla Twelfth Air Force statunitense in Italia. 

Entrato a far parte dell'AMI alla fine degli anni '40 con la MM53454, venne registrato come I-AEFE nel 1954.

Una volta dismesso dall'aeronautica cominciò a svolgere il ruolo di trainatore presso i vari aeroclub italiani, Brescia, Bergamo e Valbrembo.

Nel 1975 venne anch'esso modificato dalle officina Gonalba (per conto della Sezione Sperimentale di Volo a Vela) allo standard "SUPER STINSON", sostituendo l'originale Lycoming O435 da 190hp con il più performante O-540 da 235hp, rendendolo più che esuberante per il traino alianti. 

I-AEFE svolge dal 2000 la sua attività di trainatore all'Aeroclub Volovelistico Lariano, presso l'aeroporto di Alzate Brianza.

  • History
  • Specs
  • History

    Lo Stinson L-5 è un aereo della famosa serie L-Birds, dove "L" sta per Liaison. E' un aereo per il collegamento progettato e costruito durante la seconda guerra mondiale, tra il 1942 ed il 1945, il più grande della serie L, alla quale appartenevano anche il Taylorcraft L-2, l'Aeronca L-3 ed il Piper L-4. Il progetto deriva dall'aeromobile civile Stinson 105 Voyager, un biposto con sedili affiancati ed un piccolo “strapuntino” posteriore. Una prima valutazione da parte della United States Army nel 1940, alla ricerca di un aereo a basso costo e bassa autonomia per la ricognizione, non diede i risultati sperati. Venne allora completamente riprogettato e trasformato in un biposto in tandem, più robusto e potente. Il primo volo del prototipo NX27772 avvenne il 28 giugno del 1941. Questa volta l'esito dei test fu pienamente positivo. Entrato velocemente in servizio nel dicembre del 1942 come O-62 (observation) venne rinominato nel marzo del 1943 come L-5, a seguito dell'introduzione della categoria Liaison. Lo scopo principale degli aerei di questa categoria era quello di effettuare collegamenti per l'Army Air Force, e ricognizione per l'artiglieria con l'Army Ground Force. Dal dicembre del 1942 al settembre del 1945 venne prodotto in 3,590 esemplari. Se il nome ufficiale assegnato all'aereo fu Sentinel, le sue doti di robustezza e versatilità lo fecero anche conoscere con il soprannome di “Flying Jeep”. 

    Alla fine della Seconda Guerra Mondiale molti di questi aeromobili furono ceduti ad altre nazioni: Etiopia, Grecia, Indonesia, Giappone, Repubblica di Corea, Messico, Filippine, Thailandia e Italia.

    Ed in Italia operarono presso
    l'Aeronautica Militare fino al 1953, anno in cui furono radiati e ceduti all'Aeroclub d'Italia.

    Specs

    Dimensioni e pesi

    Lunghezza  7.34 m

    Apertura alare  10.36 m

    Superficie alare  14.4 m2

    Peso a vuoto  690 kg

    Peso max al decollo  930 kg

    Propulsore1 × Lycoming O-540, 235hp

    Prestazioni

    Vne  265 km/h

    Velocità max 208 km/h

    Velocità al 70% della potenza  circa 150 km/h

    Velocità di stallo circa 70 km/h

    Tangenza  4800 m


News / Events

NEWS EVENTS
Info

CONTACT
Copyright
All rights reserved.
Powereb by aeronauticsmedia.com
Follow us: