Follow us:
.
CESSNA 310N N421NA

BACK Description:

Nel 1968 a Wichita nel Kansas, usciva di fabrica un magnifico "Cessna 310N", Si tratta di una versione già "matura" del primo bimotore Cessna del dopoguerra.

In realtà il "310" venne prodotto a partire dal 1954 e il primo prototipo volò nel 1953. La livrea è particolare, bianco perlato e i disegni inspirati ai "cartoon di Tom e Jerry" rispecchiamo un pò la mia personalita "goliardica"

La linea è incredibilmente moderna  pensando a quegli anni 50 in cui è nato e in cui ancora imperavano estremità alari e derive stondate.

Il 310 appare come un velivolo robusto e raffinato, la lavorazione delle lamiere e accuratissima, tutti i ribattini della parte anteriore del velivolo, quella aerodinamicamente più critica sia nella fusoliera che nelle semiali, sono a testa piatta.

Il velivolo è arrivato in Italia nel 1969, presso la C.G.A di Genova, poi all'Alisarda dove è rimasto fino al 2004 ad Olbia abbandonato in un hangar.

Da li è stato smontato e portato all'Aquila da "Aero Service Maintenance" che lo ha completamente revisionato e assemblato completandolo nel 2005.

Il 22 aprile 2005 ha effettuato la visita e volo per la riconvalida CN

  • History
  • Specs
  • History

    Il Cessna 310 era un bimotore da turismo ad ala bassa prodotto dall'azienda statunitense Cessna Aircraft Company negli anni cinquanta.

    Il 310 fu il primo aereo bimotore progettato dalla Cessna ad entrare in produzione dopo la seconda guerra mondiale.

    Sviluppo

    Il 310 volò per la prima volta il 3 gennaio 1953 e le prime consegne iniziarono nel 1954. Le linee moderne ed eleganti del nuovo bimotore erano sottolineate da caratteristiche innovative come l'adozione di tubi di scarico potenziatori di spinta e, nei primi modelli, l'immagazzinamento di tutto il carburante in serbatoi posizionati sulle estremità alari. Nel 1964 il tubo di scarico venne modificato nella sua conformazione in modo da essere posizionato sotto l'ala, sostituendo i tubi potenziatori che erano considerati rumorosi.

    Alla convenzione di designazione aziendale tipica della Cessna, fu aggiunta una lettera dopo il numero del modello per identificare modifiche al progetto iniziale nel corso degli anni. Il primo miglioramento sostanziale alla serie 310 fu il 310C del 1959 che introdusse i più potenti motori Continental da 195 kW (260 hp). Nel 1960 il modello 310D adottò una deriva verticale a freccia. Un finestrino aggiuntivo nella cabina fu aggiunto con il modello 310F.

    Il modello 320 Skyknight fu sviluppato partendo dal 310F; montava motori TSIO-470-B sovralimentati e un quarto finestrino laterale alla cabina. Lo Skyknight rimase in produzione dal 1961 al 1969 (Il modello 320E era nominato Executive Skyknight) fino a quando fu sostituito dal molto simile Turbo 310.

    Il 310G introdusse i serbatoi 'stabilatip', mentre il 310K sostituì i due finestrini posteriori con uno singolo. Ulteriori sviluppi furono il 310Q e il sovralimentato T310Q con una cabina posteriore riprogettata ed un finestrino superiore. Gli ultimi modelli furono il 310R e il T310R, identificabili per il loro muso allungato. La produzione terminò nel 1980.

    Durante gli anni ci furono parecchi modifiche al 310 per migliorarne le prestazioni. L'ingegnere Jack Riley ne produsse due varianti, il Riley Rocket 310 e il Riley Turbostream 310. Solo sette delle ultime modifiche furono adottate ed il Riley Turbostream è forse il bimotore civile leggero capace delle migliori prestazioni tra quelli dotati di motore a pistoni. Riley sostituì i motori Continental da 310 hp standard con motori Lycoming TIO-540 capaci di erogare 350 hp. Questo motori turbocompressi con intercooler erano installati con un'elica a 3 pale Hartzell in una configurazione contro-rotante per migliorare ulteriormente le prestazioni e la sicurezza per motore. Con 5 400 libre di peso lordo l'aereo aveva un rapporto peso/potenza di 7,71 libbre per cavallo. Questo risultava in una velocità di crociera di 260 nodi a 18 000 piedi e una velocità di salita di 3 000 piedi al minuto.

    Applicazioni commerciali

    Il Cessna 310 era un tipico aereo charter per le molte compagnie aeree che si svilupparono durante il boom dell'aviazione civile che seguì la Seconda guerra mondiale. I vantaggi del Cessna 310 sui suoi contemporanei, come il Piper Aztec, erano la sua velocità, i costi operativi e le modifiche di mercato come il kit Robertson STOL, che lo fecero il più popolare in tutto il mondo per le sue caratteristiche di volo. Poteva utilizzare piste corte portando contemporaneamente un carico utile di 2000 libbre o più, e a velocità elevate per un aeromobile bimotore a pistoni.

    Altri aerei in competizione con il Cessna 310 erano il Raytheon (Beech) Baron, il Piper Seneca e, probabilmente, alcuni modelli della Aero Commander.

    Ancora nel 2006, molti Cessna 310 sono operativi nei servizi aero taxi in tutto il mondo.

    Applicazioni militari

    Nel 1957, la United States Air Force scelse il Cessna 310 come aereo utilitario leggero per il trasporto amministrativo. La USAF comprò 160 Cessna 310 non modificati utilizzando la designazione originaria L-27A e soprannominati informalmente "Canoa Blu", cambiata nel 1962 in U-3A. Altri 36 modelli aggiornati, designati L-27B (più tardi U-3B) furono consegnati tra il 1960 e 1961; Questi aeromobili erano essenzialmente i modelli 310F militari, equipaggiati con più potenti motori da 260 hp e potevano essere riconosciuti dai loro finestrini aggiuntivi, dal muso allungato e dalla deriva verticale a freccia. Uno studio della USAF, effettuato dopo un anno di servizio operativo, determinò che il costo operativo diretto dell'areomobile era minore di 12 $.

    Specs

    Equipaggio 1
    Costruttore Cessna
    Data primo volo 3 gennaio 1953
    Dimensioni e pesi
    Lunghezza 9,7 m
    Apertura alare 11,2 m
    Altezza 3,3 m
    Peso a vuoto 1.518 kg
    Peso max al decollo 2 495 kg
    Passeggeri 5, 4 in totale in quelli moderni
    Propulsione
    Motore 2 motori a pistoni Continental IO-470-M flat-6
    Spinta 240 hp (179 kW) ciascuno


    Prestazioni
    Velocità max 383 km/h
    Autonomia 2.668 km


News / Events

NEWS EVENTS
Info

CONTACT
Copyright
All rights reserved.
Powereb by aeronauticsmedia.com
Follow us: