Follow us:
.
MARIO ANTOGNAZZA

BACK

Nasco a Varese il 22 febbraio del 1951 e mi ritrovo nella culla di famiglia in quel di Castiglione Olona.
Cresco, si fa per dire, con il rumore degli aerei del campo d’aviazione  di Venegono, del quale divento assiduo frequentatore  e retaiolo,  a tal punto che lo stesso Comandante Guido Carestiato, stufo di vedermi, mi gratifica con un indimenticabile “ciao“.
Nel  1970 qualche esaminatore scellerato mi concede il brevetto di pilota di 1° grado e subito dopo, persevera nell’errore rilasciandomi quello di 2° grado.
Nell’ aprile del 1972 Mamma Aeronautica mi accoglie fra le sue braccia con l’87° Corso AUPC.
Nel 1973, un Istruttore della S.V.B.A.A. di Amendola, offuscato dalle  tremende calure della Capitanata Dauna, mi appunta  sul Divisa Azzurra l’Aquila Turrita di Pilota Militare, leggermente in virata come  buona consuetudine per i Piloti da Caccia.
Non contenta di farmi regali, Mamma AM, mi spedisce a Grottaglie presso la S.C.I.V., per un salutare corso di transizione sul modernissimo Texan T6 e, come Drago 78, decollo per i cieli del Mar Piccolo e del Mare Grande di Taranto.
Approdo al 2°  Stormo di Treviso  e, con la benevolenza degli anziani del 103° Gruppo, arrivo alla Combat Readiness sul mio carissimo e da allora inseparabile Gi  (leggi G91R).
Nel 1978  Orianna mi sposa e, contemporaneamente, qualche alto papavero “gregato”  decide di    ri-mandarmi a spendere la mia esperienza  addestrando i pinguini provenienti dalla Scuola di Galatina.
Oltrepasso  nuovamente il  cancello di ingresso di  Amendola e, questa volta, le cicale mi salutano non da allievo bensì come Istruttore su G91T e su MB 326.
Ci rimango 5 anni,  gli anni più intensi  ed esaltanti della mia carriera, acquisendo anche la qualifica di Esaminatore di volo.
Nel 1983 ritorno tra i miei Indiani del 103 in quel di Treviso.
Non ancora stanchi  di rischiare,  e sfruttando i pochi posti  a disposizione,  i miei Superiori mi iscrivono alla frequenza di vari corsi tra i quali quello  di Ricognizione a vista e fotografica, del corso di istruttore di tiro e tattiche, del Corso Interforze di Sicurezza Volo, corso di Aerocooperazione, corso FAC , corso Baffile …..no questo è a Jesolo , ed altri più banali.
Nel novembre del 1988  passo, con il mio 103, sotto le grinfie del Gatto del 51° Stormo di Istrana  ed ancora una volta, sotto la custodia della Madonnina di Loreto, riesco perfino a portare in volo,  terzo pilota del Gruppo, persino un fiammate AMX nuovo di fabbrica.
Partecipo alle prove intensive del  Mr X  presso la Sperimentale di Pratica di Mare.
Svolgo le mansioni  Capo Ufficio Addestramento di Gruppo e  Capo Ufficio Sicurezza Volo di Gruppo.
Nel 1972, con il grado di T.Col., appendo la tuta anti-g al chiodo con circa 4000 ore di volo  totali.
Non chiedetemi il numero esatto perché non lo so.
Ora piloto, anche in condizioni strumentali a volte pessime, la scrivania della mia Azienda, la Metau Engineering Srl, situata  in quel di Piombino Dese (PD), che opera nel campo della oleodinamica.
Sono tutt’ora vivente!




News / Events

NEWS EVENTS
Info

CONTACT
Copyright
All rights reserved.
Powereb by aeronauticsmedia.com
Follow us: