Follow us:
.
ELIGIO LONARDI

BACK

Eligio Lonardi nasce il 13 settembre 1936.

Laureato in fisica a Pavia, appassionato di aereo modellismo fin da giovanissimo, partecipa con successo a svariati concorsi nazionali di acrobazia pluri idro.
Negli anni ‘70 assieme a vari amici costruisce uno tra i primi autogiri importando un kit dagli stati uniti, effettuando i primi voli di collaudo con successo presso l’aeroporto di Mantova, dove successivamente prenderà il suo primo brevetto di Pilota privato di primo grado. Nel 1972 sarà proprio a Boscomantico che conseguirà il brevetto di secondo grado.

Dopo qualche anno di attività diventa parte integrante del aero club e direttore della scuola di volo. E’ in quel periodo che iniziavano i primi voli in montagna ed Eligio assieme ai piloti Trentini collabora alla fondazione della prima associazione di Piloti di volo in Montagna, di cui fin da subito diventa parte attiva.

Appassionato di rally aereo, inizia a gareggiare in vari rally come il giro aereo d’Italia,il giro aereo di Sicilia, il giro aereo di Sardegna sino al giro delle dolomiti che vince nel 1982.

Dal 1977 inizia una serie di avventure legate al volo in montagna, specialità completamente nuova al tempo, e molteplici furono le missioni ed i raid non solo sull’intero territorio italiano ma anche al di fuori dei confini nazionali.

Tra le più significative e indimenticabili per gli appassionati della specialità ancora oggi restano l’atterraggio sul Gran Sasso presso
Campo Imperatore, dove fu esiliato Mussolini, o gli atterraggi sui ghiacciai Adamello, Bernina, Ortles e tante altre cime delle dolomiti oltre i 3000 mt di quota.

Ma tra tante avventure e traguardi che Eligio ha vissuto nella sua vita di uomo e di pilota, quella che ogni appassionato di volo ma anche semplicemente  qualunque amante della montagna un po’ gli invidia è l’atterraggio sulla cima del Monte Bianco a circa 4.300 mt di quota.

Il 25 Maggio del 1980 Eligio insieme all’amico Umberto Venturini, a bordo dei loro due Piper PA 18 Super Cub, riuscirono nell’impresa di atterrare sulla cima del Monte Bianco al Dom du gouter; un’impresa che gli varrà una pagina scritta nella storia del volo in montagna.

E ancora nel 1992, partecipa sempre col Pa18 al raid Trento-Mosca, altra impresa aerea mai più ripetuta.

Nel 2010 atterra con il Beechcraft-36 Bonanza all’aeroporto di Masada (Israele)sul mar Morto, a circa 385 mt sotto il livello del Mare, guadagnandosi “probbabilmente” il primato di  essere forse uno dei soli Piloti ad essere atterrato a 4.330 mt e a meno 385 mt , con un velivolo monomotore ad elica.

Ancora oggi è il punto di riferimento di molti piloti giovani e meno giovani che si avvicinano a questa meravigliosa specialità che è il volo in montagna, trasferendo tutta la sua passione ed esperienza accumulata in oltre 40 anni di volo.

 




News / Events

NEWS EVENTS
Info

CONTACT
Copyright
All rights reserved.
Powereb by aeronauticsmedia.com
Follow us: